L’ispettore Felicino e due morti sospette nel pieno dell’estate
La Nazione, 19-08-2018, Guglielmo Vezzosi
Un nuovo caso per l’ispettore Felicino, stavolta alle prese con due morti sospette che scuotono la sonnolenta estate versiliese: i decessi, apparentemente casuali, rivelano ben presto un inquietante filo conduttore comune. Un teatro d’avanguardia, dove si rappresenta un’opera ambientata nel triste mondo dei senzatetto, e uno splendido yacht proprietà di un facoltoso armatore, sono gli sfondi dell’indagine
che impegna Felicino, preso di mira da un cronista locale per il suo rapporto di amicizia con la sindacalista Lella Pieri. Assieme al coraggioso ispettore del lavoro, protagonista della vicenda è la Versilia del canale Burlamacca e della Darsena, con le sue trattorie, i suoi pescatori, e i tanti personaggi che spesso hanno qualcosa da nascondere. C’È TUTTO questo e molto di più in «Nessun dorma... fuori» di
Pasquale Sgrò (Mauro Pagliai editore): l’autore si è occupato per lavoro, fin dagli anni Ottanta, prima come ispettore e poi come consulente, di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Con «Ispettore Felicino» (Pacini 2014 e Maria Pacini Fazzi 2017) ha dato origine alla figura dell’ispettore del lavoro burbero e solitario protagonista anche del thriller «Corpo Morto a paratia» (Mauro Pagliai 2017).
Nessun dorma… fuori