L’Italia e l’Europa di fronte a un bivio
Il Quotidiano del Sud, 20-04-2018, ––
È un libro prezioso quello che consegna Zeffiro Ciuffoletti con “Tre storie, una storia”, Mauro Pagliai editore. L’autore si interroga sulle contraddizioni che hanno segnato il paese negli ultimi venti anni, da quelle legate alle politiche interne a quelle che attraversano i rapporti con l’Europa e il mondo. Un’analisi che non può non partire dagli squilibri della democrazia, dalla crisi segnata dallo scandalo Mani Pulite e dall’imperversare di giustizialismo e populismo fino
alla necessità di fare i conti con il fenomeno della globalizzazione e con la progressiva centralità del web. Globalizzazione che non può non significare l’intensificarsi del fenomeno migratorio fino a parlare di veri esodi di massa, accompagnati da paure e pregiudizi. La sfida è, oggi, quella di realizzare una nuova Europa caratterizzata da un sistema di sicurezza comune. Poiché alla grave crisi economica si è affiancata l’incapacità dell’Unione Europea di darsi una politica
estera in grado di garantire la difesa degli interessi dei paesi membri nel contesto internazionale. Il risultato è sotto gli occhi di tutti, l’euroscetticismo cresce, come dimostra la Brexit, e minaccia di trasformarsi in nazionalismo a danno delle sfide della globalizzazione che nessuno stato potrà affrontare da solo. “Ora c’è necessità – spiega l’autore – di rilegittimare le istituzioni europee di fronte alle attese degli elettori con misure urgenti”.
Tre storie, una storia
Italia, Europa, Mondo