Geometrie dell’amore di Caterina Ceccuti
Ansa, 11-07-2017, ––
Secondo romanzo di fondatrice Voa Voa, onlus malattie rare (ANSA) - FIRENZE, 11 LUG - “In realtà io non solo sono riuscita ad arrivare nel 1910 dal futuro, ma riesco pure a tornare nel mio tempo, e poi di ancora nel vostro, tutte le volte che mi pare e piace”. È il nuovo caso di Riccardo Sirigatti, reporter del secolo scorso specializzato nel sovrannaturale: è una storia ovviamente fuori dal comune, che Caterina Ceccuti racconta nel suo secondo romanzo intitolato ‘Le geometrie dell’amore’ (Mauro Pagliai Editore).
 Caterina Ceccuti, fiorentina classe 1980, è giornalista e animatrice
culturale. Nel 2013 ha pubblicato il libro ‘Voa voa!’, dedicato alla figlia Sofia, e ha dato vita assieme al marito Guido De Barros all’associazione Voa Voa Onlus per l’assistenza alle famiglie di bambini afflitti da malattie rare e neuro degenerative, richiamando su questi delicati temi un’ampia attenzione mediatica. Nel 2014 ha pubblicato il fortunato romanzo d’esordio ‘La generatrice di miracoli’, dove il giornalista Sirigatti segue la vicenda della monaca Teresa R.  nella Toscana del ’900. Ma adesso a impegnarlo è Silvia Liguori, protagonista addirittura di un viaggio nel tempo.
Silvia, giovane laureanda in giornalismo, si è innamorata di Nicanore Morelli, un esperto giocatore d’azzardo. Ma c’è un grande problema: a separare i due è quasi un secolo di storia. Eppure, in qualche modo le barriere del tempo possono crollare, e forse anche le leggi fondamentali dell’universo possono essere piegate. "Nic", sospettato di essere un baro, rischia il carcere e forse un destino ben peggiore: riuscirà Silvia a salvarlo? Lo si scopre nel finale di un romanzo misterioso e sorprendente, dove niente è dato per scontato e tutto può essere riscritto, perfino la Storia. (ANSA).
Le geometrie dell’amore