Un viaggio nella Viola
Corriere dello Sport Stadio, 18-11-2014, Alessandro Rialti
«Si cambia quasi tutto nella vita, si cede, si baratta, si divorzia. Ciò che assolutamente non si può cambiare è la squadra del cuore». E Massimo Sandrelli, autore del libro «Viaggio nella Viola» di cui vi abbiamo anticipato l’incipit dell’introduzione, la sua squadra non l’ha mai cambiata. Per oltre cinquant’anni ha accompagnato la Fiorentina, amata, vissuta, intervistata. Da
tifoso, giornalista, anche da dirigente, sempre camminando sulla linea dritta dell’amore e della critica. Per farlo bisogna essere equilibristi di talento e Sandrelli lo è stato. Polemico, tenero, commosso, addolcito, sofferente, è rimasto vicino sempre e comunque alla sua squadra del cuore. E di questi anni ne ha tratto un libro, fatto di storie, di uomini e di emozioni. Una lunga intervista, il suo viaggio nel tram viola,
dai finestrini del quale ha visto e raccontato piccoli e grandi personaggi. Tutti, rapidamente come può essere la vita guardata dai finestrini di un tram. Ma ognuno al proprio posto, avendo il privilegio di vederli nei momenti più belli o più drammatici, sempre e comunque da vicino. Campioni, giornalisti, dirigenti, tifosi, tutti colti nell’attimo in cui la loro vita si è fatta inesorabilmente viola.
Viaggio nella Viola
Fiorentina: tutto quello che avreste voluto sapere e che non è stato possibile raccontare