I premi, un libro e la commemorazione
Corriere della Sera, 25-07-2014, ––
Giovanni Spadolini (1925-1994) è noto soprattutto per la sua opera di statista, ma fu anche un brillante studioso di storia e diresse due quotidiani: «Corriere della Sera» e «Resto del Carlino». Una varietà di interessi che si riflette nelle iniziative organizzate per ricordarne la scomparsa, avvenuta il 4 agosto di vent’anni fa. In primo luogo l’edizione speciale
del premio di cultura a lui intitolato che si tiene domani a Castiglioncello (Livorno), con la consegna del riconoscimento per il giornalismo al direttore del «Corriere» Ferruccio De Bortoli e di quello per i beni culturali al direttore dei Musei Vaticani Antonio Paolucci. Ai diversi aspetti della personalità di Spadolini è dedicato inoltre il libro illustrato che Cosimo Ceccuti,
presidente della Fondazione Spadolini-Nuova Antologia, ha realizzato per il ventennale. Le prime copie del volume, intitolato Giovanni Spadolini. Giornalista, storico e uomo delle istituzioni (Mauro Pagliai editore) saranno consegnate da Ceccuti al sindaco di Firenze Dario Nardella e alla sua giunta in occasione della commemorazione ufficiale che si terrà in comune la prossima settimana.
Giovanni Spadolini
Giornalista, storico e uomo delle Istituzioni