Gli anni Settanta fra rock ed eroina
Il Piccolo, 04-08-2013, Pietro Spirito
È la storia di Davide, adolescente a Porto Marghera negli anni Settanta, e della sua vita tra viaggi e avventure, amicizie e amori. Un racconto generazionale dove le esperienze di vita e i personaggi incontrati lungo il cammino rievocano temi forti quali il desiderio di libertà
e di emancipazione, vissuto attraverso la musica e le idee rivoluzionarie, ma anche realtà più dure, una su tutte quella della droga.
È insomma il ritratto di una generazione cresciuta tra rock e sogni rivoluzionari, ma anche tra ombre e paure,
spettri di un’epoca come l’eroina. Un romanzo che ha il passo del memoir, e di questo conserva tutti gli umori, gli odori e i dolori. Perché il tempo passa e, alla fine, «oggi quelle cose non hanno più alcun senso, alcun valore».
Gli dei se ne vanno