Viaggio sentimentale nell’isola di Cuba
Il Piccolo, 17-02-2012, ––
Un viaggio organizzato a Cuba, uno dei tanti in comitiva, diventa l’occasione per l’autore, il magistrato in pensione Michele Corsaro, per un reportage narrativo che diventa confronto fra sé e la vita, fra l’Italia e Cuba, fra passato e presente. Chi racconta non è il protagonista,
eppure lo è, secondo la buona formula narrativa del gioco di specchi. Il risultato è un godibile autoritratto dove si racconta una vita in fondo comune a quella di tanti, di tutti, e per questo condivisibile. Alla geografia cubana si affianca e si contrappone la Sicilia dell’anziano
magistrato, perché le mappe esistenziali hanno sempre un territorio comune, quello dei sentimenti. Il “Diario di un siciliano a Cuba” compare nella eccentrica collana delle “Non-guide” Pagliai, esperimento riuscito di raccontare luoghi e città fuori dagli schemi.
Il vecchio e l’Avana
Diario di un siciliano a Cuba