Quella città carogna negli articoli di Gucci
La Repubblica, 07-05-2009, ––
Un giovane reporter della vita viaggia a passo svelto sulle strade della sua città, cercando le storie nascoste, frugando nell’ombra e dietro gli angoli di una cartolina sbiadita.Si chiama Firenze carogna (edizioni Polistampa) l’ultima fatica editoriale del giovane scrittore fiorentino Emiliano Gucci. Il libro uscirà oggi e stasera sarà presentato (ore 21) alla libreria Edison, in piazza della Repubblica. Oltre all’autore parteciperanno anche lo scrittore Valerio Aiolli e il giornalista di «Repubblica» Benedetto Ferrara,
che ha curato la prefazione al piccolo volume. Nel quale sono raccolti ventisette articoli (“oblò”) pubblicati da Gucci sull’edizione toscana di «Repubblica».“È mattina e arrivo in Santa Maria Novella con un treno lercio e sgangherato, che spacca il minuto. Attraverso il salone della biglietteria per sbirciare l’edicola, ma la rivista che cerco non è ancora uscita. Imbocco le scale a fianco degli ascensori, scendo sotto il sottopasso. C’è un cattivo odore, eppure le pareti sono rivestite
di marmo, hanno un tono regale. In fondo sono seduti due uomini, uno da una parte e uno dall’altra, la schiena appoggiata, le gambe allungate sui gradini...”. I racconti di Gucci mettono insieme voglie da cronista e irrequietezza da creativo errante metropolitano, quella che lo tiene lontano dai rischi del giudizio a tutti i costi. Lui mette le mani nel presente, lì dove nessuno scava, perché mentre il passato è orgoglio, il poi della cartolina bella e sbiadita passa sempre e comunque un po’ più in là.
Firenze carogna
27 schegge di vita reale dalla città depliant