Con il romanzo di Erminio Sermiotti l’Editore Mauro Pagliai ritorna a scommettere sui “gialli”
Artèpress, 13-04-2008, Irene Gherardotti
Firenze - Con il romanzo Caramelle dell’autore torinese Erminio Serniotti torna in pubblicazione la recente scommessa dell’editore Mauro Pagliai nel settore dei gialli. Il genere è affidato alla collana «Giallo & Nero. I colori del brivido», un impegno editoriale che viene dedicato a tutte le forme della paura e della scrittura di tensione: dal giallo-verità al giallo politico e a quello storico. E non mancano, ovviamente, il giallo d’inchiesta, né quello dai risvolti horror. Sono edite opere di giovani esordienti e di autori già affermati. Tutti sono lasciati liberi di esprimersi sia per quanto riguarda la confezione delle trame sia per la definizione dei caratteri dei loro personaggi. «Giallo & Nero» prevede nove uscite l’anno, con una cadenza di tre novità a quadrimestre. Ha spiegato l’iniziativa il direttore Marketing e comunicazione della casa editrice, Antonio Pagliai: “Il settore del giallo vive di alti e bassi. Ci sono periodi di maggiore seguito, altri di meno. Di recente ci siamo resi conto che, sulla scorta di bestseller nazionali e internazionali, il pubblico degli appassionati del genere si è come risvegliato
e ha rilanciato la domanda per questo tipo di offerta editoriale. È come se in un mare piatto all’improvviso si fosse alzato uno tsunami. La collana – ha aggiunto Antonio Pagliai – attualizza un’esperienza avviata un decennio fa da Polistampa nella giallistica e nell’horror, con l’esperto del genere Graziano Braschi di cui per varie ragioni fu poi interrotta la produzione”.L’ultimo romanzo – da martedì in libreria – è, appunto, Caramelle dell’autore piemontese Erminio Serniotti. Nel 2005 l’opera ha meritato il primo premio «Esperienze in Giallo», con un “giudizio molto positivo per il piacevolissimo stile, i personaggi, l’ambientazione storica di quel tragico periodo”: il protagonista, l’ispettore Domenico Pautasso, indaga ai giorni nostri su un omicidio di apparente facile soluzione che invece lo riporta a vicende risalenti alla Seconda Guerra Mondiale. Dopo un bel salto nell’ultima storia d’Italia, i lettori troveranno un finale degno del miglior Hitchcock.
Tra i titoli pubblicati da Mauro Pagliai compaiono Il mediatore di rifiuti di Valdemaro Casini, La casa dello Ximenes di Niccolò
Landi, Occasioni mancate di Marika Patroni Griffi, Il quarto sigillo di Andrea Gamannossi e Sabbia in bocca di Giacomo Aloigi, grande successo con oltre 9.000 copie vendute in tre edizioni e che già si era segnalato all’esordio con il romanzo Buio (Polistampa). Il formato dei gialli di Mauro Pagliai Editore è tascabile, la grafica consente un’agile lettura, il prezzo è contenuto. Le copertine sono tutte illustrate dal maestro Piero Tredici, che ha concesso l’utilizzo delle sue opere.
Classe 1952, torinese di nascita e toscano di adozione, Erminio Serniotti abita a Prato dove ha fatto l’insegnante di lettere. Lavora a Lucca come preside in una scuola superiore. Scrittore recente: da qualche anno, dopo una vita spesa a leggere e a far leggere libri, ha deciso di passare dall’altra parte della barricata e ha cominciato a scrivere racconti e romanzi brevi di genere poliziesco. Alcuni di questi, che hanno spesso come protagonista il poliziotto Domenico Pautasso, via via agente, vice-ispettore e ora ispettore, hanno ricevuto vari riconoscimenti in concorsi nazionali. Il romanzo Caramelle, in particolare, ha vinto il primo premio «Esperienze in Giallo» 2005.
Caramelle