Livorno 1984, la beffa di Modigliani. Tre studenti, un trapano e tanta ironia
QN - Il Resto del Carlino - La Nazione - Il Giorno, 23-01-2016, ––
«I CRITICI, mi immaginai, se ne sarebbero accorti e avrebbero ripristinato la verità. Invece andò tutto all’incontrario». Andò che Pietro Luridiana, Michele Ghelarducci e Francesco Ferrucci, beffarono il mondo. Era il luglio 1984: nel Fosso Reale
di Livorno vennero ripescate tre teste «scolpite da Modigliani». A settembre  - dopo gli autorevoli expertise di critici d’arte e collezionisti - si scoprirà che erano opera dei tre studenti in vena di scherzi e attrezzati di Black & Decker. In
“La beffa di Modigliani” Giovanni Morandi ha raccontato una delle più appassionanti vicende degli Anni Ottanta. Dodici anni dopo la prima edizione, Polistampa ripropone il libro (pagg. 173, euro 10, 00) e restituisce il piacere di una burla mondiale. 
La beffa di Modigliani
Tra falsari veri e falsi