Torna «La Gazzetta Nera». Piovene si misura con il male
Corriere della Sera, 03-09-2012, senza firma
«Bisogna avere il coraggio di ammettere che ogni virtù si ricava dal vizio (...) La forza morale consiste nel trasformare in virtù il vizio che le corrisponde». Così scriveva lo scrittore vicentino Guido Piovene (1907-1974), premio Strega nel 1970, nella prefazione al suo « La Gazzetta
Nera». Il libro, pubblicato 69 anni fa da Bompiani nel 1943 e ormai introvabile, torna in libreria grazie all’editore Mauro Pagliai.
Il romanzo, esempio memorabile dell’abilità di Piovene di scavare nelle ombre dell’animo umano, racconta la storia di Giovanni Dorigo che, rovinatosi
alle corse dei cavalli, emigra con la moglie in Inghilterra e trova lavoro a «La Gazzetta Nera», un giornale fondato da un’eccentrica ricca signora per sensibilizzare contro la pena di morte. Dorigo raccogliendo storie di condannati si immerge in una realtà cruda, tragica e violenta.
La gazzetta nera