Parenti ci accompagna per amore o per finta
La Gazzetta di Mantova, 07-01-2009, ––
Autore di innumerevoli prose e brevi lampeggianti racconti oggi pubblica per Mauro Pagliai Editore, nella collana fondata da Enzo Siciliano, “Per amore o per finta”. Si tratta di un romanzo in linea con i tempi in cui ci muoviamo, aderente a una possibile realtà, pizzicata però da una vivace fantasia irrobustita dall’esperienza dello sceneggiatore o dell’esperto mediatico. Vi si narrano le vicende di un attore
che vive secondo copione la propria esistenza. Tra le pagine corre la storia di Other Berlina, personaggio principe del libro, che incarna la figura d’un commissario televisivo di successo in coma, che per così dire riprende lo svolgersi del proprio vissuto. Da una parte l’abile regista, dall’altra l’evento amoroso, da altra ancora il lasciarvi vivere del protagonista, spingono il racconto al comico e grottesco
finale. La penna di Parenti scivola dal dramma dell’ironia, dal reale al virtuale, dal colpo d’occhio sull’istituzione all’articolarsi e distribuirsi dei momenti dell’intreccio in leggerezza scritturale. La parte descrittiva è agevole e snella, i dialoghi si diramano fitti e rapidi e questo incrociarsi di mezzi, registri, espressioni porta a una sorta di teatro dei fatti, del costume, degli umori.
Per amore o per finta