Mauro Pagliai Editore | Firenze | Scheda Libro

Lì dove il pane scricchiola
Pellegrinaggio di un piemontese nella capitale della lingua italiana

Mauro Pagliai, 2013

A cura di:

Sebastiano Zanetello

Pagine: 96

Caratteristiche: ill. b/n, formato pentagono, br.

Formato: 12x17

ISBN: 978-88-564-0283-4

Collana:

I non ricettari, 6

Settore:

DSU1 / Storia

L1 / Studi, storia della letteratura

TL1 / Enogastronomia

Vedi:

Paolo Ciampi, Silvia Valgiusti

€ 5,10

€ 6 | Risparmio € 0,90 (15%)

Quantità:
Con 7 croccanti ricette di pane

Dagli Appennini alle Ande? No, dalle Alpi agli Appennini, da Torino a Firenze: è questo il tragitto ideale che il subalpino De Amicis (per usare un termine a lui caro) compie per impadronirsi della lingua di cui è innamorato, forse anche un po’ invidioso.
Abbandonata la spada (con cui aveva combattuto a Custoza, il 24 giugno 1866, nella Terza Guerra d’Indipendenza, per unificare politicamente l’Italia), De Amicis impugna la penna per completare l’unificazione, culturalmente (con il libro Cuore) e linguisticamente (con il libro L’idioma gentile). Partendo da un’amena elucubrazione linguistica sullo “scrosciare” o “scrocchiare” del pane fragrante, queste pagine ci consegnano un De Amicis lontano dagli stereotipi, nient’affatto sentimentale, ma brillante e coinvolgente, piacevole e spiritoso.

Per rendere tutto ancora più croccante abbiamo chiesto a Paolo Ciampi un’introduzione storica e a Silvia Valgiusti le buone ricette per fare il pane in casa.