Mauro Pagliai Editore | Firenze | Scheda Libro

Zuppa romana. Non temare di provare culinare
(As)saggi umoristico-gastronomici

Mauro Pagliai, 2012

Pages: 112

Features: b/w ills, pentagon format, paperback

Size: 12x17

ISBN: 978-88-564-0214-8

Magazines:

I non ricettari, 5

Sector:

L1 / Studi, storia della letteratura

TL1 / Enogastronomia

TL9 / Umorismo

€ 6,80

€ 8 | Risparmio € 1,20 (15%)

Quantity:
Italian text

Molte sono le qualità – la piacevolezza della lettura, la capacità di incrociare enogastronomia e cultura ‘alta’, l’originalità – che consentono a quest’opera di entrare a pieno diritto nella collana.
Il lavoro si presenta come una successione di piccoli saggi, riflessioni, divagazioni intorno al mondo della tavola e della sua letteratura. Si parte dall’italiano del manuale di cucina dell’Artusi (L’Astrusi ovvero L’arte di parlar bene) e dalla matematica di quello del Carnacina (Carneficina ovvero La scienza in cucina e l’arte di farsi male), passando per la lettura del Bacco in Toscana di Francesco Redi e la rivisitazione divertita di una (dis)avventura linguistico-panificatoria di Edmondo de Amicis (Pane per i vostri denti) per finire, inevitabilmente, agli eloquenti titoli Pipi de chat, merde de poule e Cacca ci cova: cacca, cacao e caffè.
È una zuppa fatta di tanti ingredienti diversi ed eterogenei, ma proprio per questo le pagine scorrono leggere, incuriosiscono e divertono: siamo certi che alla fine i lettori ne saranno conquistati.

Formato PDF