Mauro Pagliai Editore | Firenze | Scheda Libro

Siamo onesti!
Bettino Ricasoli, il barone che volle l’unità d’Italia

Mauro Pagliai, 2010

Pagine: 192

Caratteristiche: ill. b/n, br.

Formato: 15x21

ISBN: 978-88-564-0104-2

Collana:

Storie del mondo, 1

Settore:

DSU1 / Storia

SS1 / Politica

TL1 / Enogastronomia

Vedi:

Bettino Ricasoli

€ 11,90

€ 14 | Risparmio € 2,10 (15%)

Quantità:
Bettino Ricasoli (1809-1880) è stato un personaggio centrale nella storia del Risorgimento italiano, ma non solo questo. Gonfaloniere di Firenze negli anni del Granducato, dittatore di Toscana nel 1859-1860, Presidente del Consiglio dell’Italia unita nel 1861 e nel 1866, fu anche fondatore del quotidiano «La Nazione», sperimentatore in agricoltura, “padre” del primo disciplinare del vino Chianti.
In ogni capitolo è raccontato, tramite la viva voce dello stesso barone, un lato della sua vita: l’uomo e la famiglia, l’agricoltore e l’innovatore, il religioso ma anche il mangiapreti, l’uomo di Stato e l’impolitico. Un ultimo capitolo racconta sotto forma di dialogo i rapporti che egli ebbe con altri protagonisti del Risorgimento italiano: Vittorio Emanuele II, Cavour, Garibaldi e Mazzini. Molte le sorprese e le curiosità storiche. Ma il libro getta nuova luce soprattutto sul Bettino “privato”, sull’uomo che mal sopportava la livrea imposta dalla corte sabauda, o che si rinchiudeva nel castello di Brolio per condurre con i familiari una vita scandita da regole e orari monastici. Afferma Francesco Ricasoli nella prefazione: “Michele Taddei ci aiuta a entrare più addentro nel personaggio, a scalfire quell’arcigna armatura caratteriale che lo portò a essere ricordato come il Barone di Ferro, per quel suo carattere per nulla malleabile e ancor meno incline ai compromessi”.
L’appendice iconografica comprende lettere, incisioni, vignette e grafiche inedite dello stesso Bettino Ricasoli.

Formato PDF