Bruno Cicognani | Le opere

Diretta da:

Marco Dondero

Le opere di Cicognani fino agli anni Cinquanta hanno riscosso un grande successo di pubblico (anche estero: La Velia e Villa Beatrice ad esempio sono pubblicate in diverse lingue straniere), e sono state oggetto dell’analisi dei più importanti critici letterari: si possono ricordare pagine molto lusinghiere, tra gli altri, di Luigi Baldacci, Giuseppe De Robertis, Ugo Ojetti, Sergio Solmi, oltre che degli amici Emilio Cecchi e Giovanni Papini. A partire dagli anni Sessanta l’interesse degli studiosi (salve naturalmente importanti eccezioni) è però andato diminuendo, e oggi i suoi scritti sono di difficile reperimento. La collezione di «Opere di Bruno Cicognani» che si avvia con i presenti due volumi di Novelle è stata concepita proprio per ovviare a tale vuoto editoriale, ingiustificato nel caso di un autore che ha ricoperto un ruolo importante nella letteratura italiana fra gli anni Venti e Cinquanta. I volumi, arricchiti da saggi introduttivi e da sobri commenti vòlti in primo luogo ad appianare le difficoltà linguistiche dovute a municipalismi o aulicismi, riproducono l’opera omnia Vallecchi, fornendone un’edizione criticamente accertata: nelle Note ai testi viene ricostruito il percorso delle diverse edizioni di ciascuna opera, e nelle note a piè di pagina vengono registrate le varianti sostanziali emerse dalla loro collazione.
Con la pubblicazione, nel novembre 2012, dei due volumi di Novelle a cura di Alessandra Mirra e Valerio Camarotto, prende il via il progetto volto alla pubblicazione delle opere di Bruno Cicognani e coordinato da Marco Dondero dell’Università di Macerata.
Le copertine saranno illustrate con opere di Elio De Luca.

I libri della collana