Condividi: Vedi anche:
Carlo Adelio Galimberti

Mogli, garzoni e amanti
Amore ed erotismo nella vita e nelle opere degli artisti del Cinquecento

Mauro Pagliai, 2011
Pagine: 200
Caratteristiche: ill. b/n, br., 15x21
ISBN: 9788856401493

Collana: Storie del mondo, 7


Settore: A1 / Storia dell’arte
Anche: L5 / Biografie


Prezzo: 16.00 €
Sconto: 15% (risparmio 2.40 €)

Aggiungi al carrello
Vai alla scheda autore

L’arte si muove da sempre su quel territorio dove l’intreccio amoroso è sovrano. Ma cosa accade quando le passioni sono al centro della vita privata di grandi pittori e scultori, anziché contagiarli solo sulla scena della creazione? E come si comportano gli artisti quando sono scossi loro stessi dai tormenti d’amore?
Il percorso di Galimberti passa attraverso le vicende erotiche che i grandi del Cinquecento vissero in prima persona e rappresentarono, più o meno celatamente, nelle loro opere. Analizzando la storia di figure come Michelangelo, Raffaello, Benvenuto Cellini o Giovanni Antonio Bazzi “il Sodoma”, emergono storie di tradimenti, figli illegittimi, omosessualità, e inconfessabili stravaganze.
Gli aneddoti, raccolti da diverse fonti tra cui le famose Vite del Vasari, mostrano come la natura di questi personaggi fuori dal comune, dalla straordinaria capacità creativa, non li abbia allontanati dalle comuni passioni dei “mortali”, rendendoli anzi vittime privilegiate di tutta la gamma delle pene e delle delizie dell’amore.

Giorgio Batini
Le radici delle piante

Amore e guerra nel tardo Rinascimento
Ludovica Sebregondi
Santa Croce nel secondo ’500
Antonio Natali
Firenze 1517
Jonah Jones
An Introduction to Pontormo

Dall’asta al Museo
Sandro Bellesi
Pittura e scultura a Firenze
Maurizia Tazartes
Tra pittura e bordello
Riccardo Nencini
Il magnifico ribelle

Michelangelo e l’assedio di Firenze
Francesco Gurrieri
Domenico di Michelino
Simone Bartolini
Le porte del cielo
Il Tempo - 22/08/2011 - Mario Bernardi Guardi
Nella Firenze del tardo Quattrocento, tra gli splendori della corte di Lorenzo il Magnifico, Sandro Botticelli aveva rappresentato nella “Primavera” e nella “Nascita di Venere” le forme più alte dell’eros neoplatonico  

Fumetto - 01/05/2011 - Gianni Brunoro
I rotocalchi ci hanno abituato a un sistematico spionaggio fra alcove e lenzuola, su corna e simili, con un’insistenza e un rilievo tali, che ci siamo quasi convinti trattarsi di un fenomeno più o meno esclusivamente attuale.  

Fatto ad Arte Blog - 30/04/2011 - Pierluigi Panza
Tornano a interessare le biografie degli artisti. Anche quelle - o specie quelle - viste dal buco della serratura. Il professore Carlo Adelio Galimberti, critico e storico dell’arte, è autore del nuovo libro   

Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati