Condividi: Vedi anche:
Amore e guerra nel tardo Rinascimento
Le lettere di Livia Vernazza e Don Giovanni de’ Medici

a cura di Brendan Dooley


Le lettere qui per la prima volta pubblicate, significativa testimonianza dei rapporti tra un uomo e una donna nel tardo Rinascimento, costituiscono una delle più preziose fonti della storia della famiglia, delle donne, della società



Polistampa, 2009
Pagine: 160
Caratteristiche: br., 15x21
ISBN: 9788859606703

Collana: La storia raccontata, 29


Settore: L7 / Epistolari
Anche: DSU1 / Storia


Prezzo: 15.00 €
Sconto: 15% (risparmio 2.25 €)

Aggiungi al carrello
Vai alla scheda curatore

Lei era la figlia di un materassaio genovese, lui un principe appartenente alla dinastia medicea e figlio naturale di Cosimo I. La relazione tra Livia Vernazza e Don Giovanni de’ Medici non era nata sotto i migliori auspici. Tuttavia continuò per undici anni, sempre più contrastata dalla famiglia di Giovanni, fino a quando la coppia legalizzò la scandalosa unione con il matrimonio avvenuto nel 1619 a Venezia.
Il libro propone le lettere dei due amanti, con un saggio che le inserisce nel contesto storico e ne enfatizza l’importanza. Ricche di dettagli riguardanti persone, località ed eventi del tempo, le missive esprimono anche, in modo molto intenso, i sentimenti dei due protagonisti. Grazie all’elevato stile letterario, lo scambio epistolare sembra quasi un racconto, un romanzo di vita quotidiana in un mondo travagliato da cambiamenti profondi e spesso violenti.Recentemente ritrovate in diversi fondi dell’Archivio di Stato di Firenze, le lettere sono una delle testimonianze più vivaci e sincere dei rapporti tra un uomo e una donna nel tardo Rinascimento, un documento prezioso e unico per il repertorio di fonti sulla storia della famiglia, delle donne e della società.
Giovanni Baldinucci
Quaderno

Moro e La Pira
Andrea Cecconi
Maria Pascoli, gli Scolopi e Mussolini

Il carteggio Betti-La Pira
Raffaello Ramat
Cercatore d’amicizia

Orme di guerra
Marco Barsacchi
Una storia fiorentina
Dino Campana
Lettere di un povero diavolo

Lettere Pittoriche
Paolo Volponi
Scrivo a te come guardandomi allo specchio

“Cher Sis”

«La certezza della poesia»
AdnKronos - 03/12/2009 - senza firma
Firenze, 3 dic. - (Adnkronos) – “Non posso vivere così, perché non dormo e non mangio...”. Non sono le parole di un personaggio da soap opera, nemmeno le frasi tratte da uno degli ultimi libri di successo sugli amori adolescenziali  

Toscana Qui - 01/12/2009 - senza firma
Fra differenza d’età, di cultura, di estrazione sociale, un grande amore va avanti per undici anni, contro tutto e tutti, superando ostacoli, incomprensioni , ostilità di parenti, persino il vincolo di un preesistente matrimonio di lei, fino alle nozze.  

Cosa pensi di questo libro? Ti piace?
Lascia un commento con le tue osservazioni!
Inviando questo form autorizzo al trattamento dati